Onestamente: ho iniziato a vedere .

Onestamente: ho iniziato a vedere Happy! su Netflix, senza pretese. Avevo dato un occhio veloce al trailer e il primo pensiero è stato “non mi interessa”, eppure la storia di un Ex Poliziotto che inizia a vedere l’amico immaginario della figlia, ha fatto uscire velocemente l’interesse dentro me. Vediamo se riesco a raccontarvi Happy!, senza fare spoiler.

Nic-Sax è un ex poliziotto cinico, drogato e alcolizzato

Nic-Sax, il personaggio principale di Happy!, per certi versi mi ricorda molto Marv, l’armadio personaggio di Sin City: rude quando serve e delicato con i più deboli anche perchè si tratta sempre di un Ex Poliziotto. Nic-Sax è uno di quegli stronzetti drogati, alcolizzati e fottutamente cinici che piacciono al pubblico del piccolo schermo ma che, rivelano sempre il loro lato più delicato, proprio come accade in questa serie tv.

Com’è la stagione 1 di Happy! su Netflix?

La storia di Happy! parte con il rapimento di una bambina di nome Hailey, la figlia dell’ex poliziotto, e una misteriosa password che permetterebbe di accedere a preziose informazioni capaci di rendere Francisco Caramucci il padrone incontrastato della città. O almeno credo, perchè su questa password vigerà il segreto più assoluto fino al termine della serie.

La parte spassosa di tutta la serie è la presenza di Happy: un bizzarro cavallino blu alato che aiuterà Nic a ritrovare la figlia scomparsa.

Ah, quasi dimenticavo: Happy è un amico immaginario.

Happy! si fa vedere da Nic-Sax per la prima volta

Hailey viene rapita durante un evento per bambini in piazza e quindi la bimba, per chiedere aiuto, dice al suo amichetto immaginario di volare alla ricerca di suo papà che nonostante non abbia praticamente mai visto per colpa di dispute famigliari, ricorda essere un poliziotto integerrimo e con la schiena dritta: in realtà Nic-Sax si dimostrerà essere uno stronzo con i controfiocchi ma che, allo stesso tempo è un tenerone dal cuore d’oro, che non molla mai.

very bad santa rapisce hailey

Sarà Very Bad Santa il responsabile del rapimento, ma la storia racconterà che si tratterà solo di una marionetta comandata da attori più importanti (di cui non vi dico nulla o rischio di fare spoiler).

Volendo dare un voto alla stagione 1 di Happy!, posso tranquillamente dare un 7 su 10: le 8 puntate da 44 minuti vanno via lisce e anche se le battute a volte risultano scadenti, l’accoppiata Happy e Nic-Sax risulta estremamente vincente e i personaggi finiranno per influenzarsi a vicenda portando nell’uno, pregi e difetti dell’altro.

E’ da vedere Happy!?

Se siete alla ricerca di una serie poco impegnativa che finisca bene e che abbia un seguito in programma (a Gennaio 2018 è stata confermata una seconda stagione), allora Happy! fa al caso vostro.

Happy! è un’esclusiva Netflix ma puoi vedere il trailer anche senza un abbonamento 🙂

Scrivi Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.